mercoledì 28 novembre 2018




Il Liceo Classico Linguistico e Coreutico “R. Settimo” di Caltanissetta, guidato dalla dirigente Irene Cinzia Maria Collerone e individuato dal MIUR come scuola polo provinciale per l’organizzazione del Premio Scuola Digitale promosso dal MIUR, ospiterà giorno 29 novembre 2018 alle ore 10:30 le scuole secondarie di secondo grado delle province di Caltanissetta ed Enna per l’evento conclusivo della fase interprovinciale del Premio Scuola Digitale 2018, per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e delle studentesse e degli studenti nel settore dell’innovazione digitale, con proposte e realizzazioni di progetti di innovazione caratterizzati da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, anche di tipo imprenditoriale.
Partecipano al contest l’IISS “Leonardo da Vinci” di Niscemi, il Liceo Scientifico “Elio Vittorini” di Gela, l’ITST “Emanuele Morselli” di Gela, l’IPIA “Galileo Galilei” di Caltanissetta, l’IISS “Alessandro Volta” di Caltanissetta, l’ITC “Mario Rapisardi” di Caltanissetta e il Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “Ruggero Settimo” di Caltanissetta. Per Enna ha partecipato l’IISS “Fortunato Fedele” di Agira. Fuori concorso ha presentato un lavoro la scuola primaria “Don Milani” di Caltanissetta.
Le scuole hanno candidato progetti che propongono modelli didattici innovativi e sperimentali, percorsi di apprendimento digitale curricolari ed extracurricolari, prototipi tecnologici e applicazioni, idee e proposte imprenditoriali, progetti di ricerca, nell’ambito dei settori del making, coding, robotica, internet delle cose (IoT), gaming e gamification, laboratori impresa 4.0, creatività (arte, musica, patrimonio culturale, storytelling, tinkering), inclusione e accessibilità, STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica).
La giuria di esperti che deciderà il vincitore è presieduta dal dott. Luigi Di Chiara, funzionario RaiWay, ed è composta dal prof. Alessandro Biondi, che si occupa di Innovazione Industriale e Digitale (DIID) - Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica presso l’Università di Palermo; dal prof. Salvatore Benfante Picogna, referente PNSD Ufficio VI - Ambito Territoriale Caltanissetta ed Enna; dal sig. Fabrizio Dellutri, esperto in sicurezza informatica e presidente dell’associazione CulturalMente; dall’arch. Pasquale Tornatore, Assessore alla Creatività e Partecipazione del Comune di Caltanissetta.
Alle ore 11:00 l’evento si aprirà con un momento di danza nel quale la studentessa Clara Anzalone sarà accompagnata da un drone guidato da Federico Fiandaca, poi saranno presentati i progetti e sarà realizzata una coreografia con la partecipazione degli studenti e delle studentesse del Coreutico. Infine vi sarà la premiazione del progetto vincitore. Al primo classificato sarà consegnato un buono di mille euro da investire in supporti tecnologici legati al progetto; trecentocinquanta euro saranno assegnati al secondo e terzo classificato.
L’evento si inserisce nell’ambito di quanto già si è realizzato a Caltanissetta con #Futura il 26, 27 e 28 aprile 2018, un momento intenso per gli studenti, le studentesse, i docenti, di riflessione, conoscenza e condivisione di quanto la scuola sia in grado di spendere le proprie energie perché le tecnologie siano motore di innovazione e di cambiamento. 

domenica 29 aprile 2018


Nel cuore della Sicilia, tra innovazione e condivisione per #FuturaCaltanissetta, Strade Future 4.0.

Il treno di #FuturaItalia, si ferma ancora una volta in Sicilia. Questa volta nel cuore di questa splendida regione, a Caltanissetta, per la sua seconda tappa siciliana. 
Sulle orme dell’evento nazionale svoltosi a Bologna lo scorso gennaio e quello di Catania svoltosi appena qualche settimana prima, #FuturaCaltanissetta ha contaminato l’intera città. 

Strade Future 4.0 è in un’intensissima tre giorni che ha sensibilizzato l’intera comunità su un tema di prim’ordine nel panorama territoriale. Al centro di questa tappa siciliana la viabilità, le infrastrutture e i trasporti.
#FuturaCaltanissetta, però, non è fatta solamente dai luoghi che l’hanno ospitata ma anche, e soprattutto, dalle persone che, in questa tre giorni, hanno veramente fatto la differenza. Persone che hanno riempito e animato le strade del centro storico, fulcro di tutte le tue attività. Persone che hanno creduto nell’importanza dell’evento e che hanno saputo mettere a disposizione della comunità di Futura, tutte le loro forze in un esercizio di condivisione, attivismo e collaborazione.

Tanti i momenti hanno contribuito a rendere #FuturaCaltanissetta unica nel suo genere, a partire dalla cerimonia di apertura a quella di chiusura, passando per momenti di formazione, di svago, di innovazione, di partecipazione e di attivismo. 
48 ore di formazione tra le aule del teachers’ matter, con oltre 40 formatori da tutta Italia. Più di 20 scuole delle province di Caltanissetta, Enna e Agrigento che hanno esposto le loro buone pratiche nella zona Future Zone. E il Digital Circus all’interno del Dome nella splendida cornice di Piazza Garibaldi, centro della città.




Molto intenso anche il momento dei Millennials d’Italia in movimento, storie di innovazione e protagonismo della generazione millennials. Giovani nisseni e non, che si sono alternati raccontando le loro storie ed esperienze, anche attraverso videomessaggi da tutto il mondo per coloro che non sono riusciti ad essere fisicamente presenti. Storie semplici ma d’impatto e d’ispirazione, di giovani che da realtà piccole, come quella del territorio nisseno, sono arrivate in alto. 
E non poteva non partire da Caltanissetta, nome che dall’arabo “Kalat Nissa” prende il significato di “castello delle donne”, un progetto interamente dedicato alle donne: la chiamata nazionale alle STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica). Esclusiva di #FuturaCaltanissetta, infatti, è stata quella di essere la prima uscita assoluta del progetto WoMEST.

Ospitati nel foyer del teatro Margherita erano, invece, i 100 ragazzi che nella tre giorni nissena hanno partecipato al civic hack. Il primo hackathon civico della città. Una maratona progettuale in cui i ragazzi, divisi in team e supportati da esperti, si sono messi alla prova ideando prototipi per migliorare la vita della città nelle due sfide: “Muovi Caltanissetta” dedicata alla viabilità urbana interna alla città e “Connetti Caltanissetta” dedicata, invece, alla connessione della città con il resto della Sicilia e dell’Italia attraverso la valorizzazione dei propri luoghi d’interesse.
Hackathon che visto la vittoria del progetto “WatchBus”: un braccialetto che, in primis, faciliterebbe l’uso dei mezzi  e che, con delle premialità per l’utilizzo assiduo di questi ultimi, invoglierebbe i cittadini all’utilizzo dei mezzi pubblici.

In contemporanea il model sul punto 9 dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile. Una simulazione interamente in lingua inglese, che segue le regole proprie del dibattito formale reale delle commissioni all’interno delle Nazioni Unite. Il best delegate avrà l’opportunità di volare in Canada, paese che ha acquisito la presidenza del G7 2018. 

“L’innovazione è decisiva per governare il cambiamento. Ed è una sfida che non si vince semplicemente acquistando tecnologia o introducendo nuovi contenuti o obiettivi formativi. Si vince aiutando le nostre ragazze e i nostri ragazzi a sviluppare spirito critico e senso di responsabilità, si vince investendo con decisione sulla cura della qualità, che riguarda l’organizzazione, la didattica e l’innovazione metodologica. Si vince puntando sulle competenze” dichiara la Ministra Valeria Fedeli al termine della tre giorni che si è conclusa con il passaggio di consegna alla città di Pescara, che ospiterà il prossimo evento Futura a fine maggio.

Caltanissetta passa così il testimone alla prossima tappa, consapevole dell’immensa opportunità che gli è stata concessa e conservando l’energia, lo spirito e l’essenza positiva che hanno caratterizzato i giorni di Strade Future 4.0. 

Giorgia Ferraro



sabato 21 aprile 2018


COME  ACCEDERE ALLA  FORMAZIONE  GRATUITA SU SOFIA

Collegati alla piattaforma Sofia :    http://www.istruzione.it/pdgf/         accedi e









all’interno del box         CERCA NEL CATALOGO L’INIZIATIVA FORMATIVA


Inserisci il codice  15790  e successivamente sul #Futura Caltanissetta#PNSD Strade Future 4.0






Adesso puoi iscriverti cliccando sul tasto : ID.22148  Iscrizioni dal 19-04-2018 al26-04-2018




Verrai avvisato che l’iscrizione è avvenuta con successo!!!!


Per prenotare gli incontri che più interessano ricordate di registrarti e prendere il biglietto su





e navigare in cerca del corso che vuoi seguire !!

 








Ci vediamo all’evento !

domenica 15 aprile 2018

#StradeFuturaCaltanissetta #PNSD"

Il primo hackathon civico delle scuole della Provincia di Caltanissetta nell’ambito dell’iniziativa nazionale
“Strade Future 4.0 – Infrastrutture, viabilità e trasporti nel territorio.
La risposta del digitale per la valorizzazione delle attività locali

lunedì 9 aprile 2018

STEM E RAGAZZE
ACCELERATION LAB


Ancora una volta il Liceo classico, linguistico coreutico “R. Settimo” è stato protagonista di un evento organizzato dal MIUR nell’ambito dell’azione #20 del Piano Nazionale per la Scuola Digitale - Girls in Tech & Science - con l’obiettivo di aumentare la propensione delle studentesse italiane verso percorsi formativi e carriere professionali in ambiti tecnologici e scientifici, in linea con le azioni del PNSD.
Lunedì 9 e martedì 10 aprile a Firenze presso l’IPSEOA “Buontalenti” infatti la studentessa Mina Ding Zhong, selezionata grazie alle sue meritevoli esperienze di hackathon a gennaio a Bologna e a marzo a Dubai, e la professoressa Giusi Iannuzzo hanno partecipato ad un laboratorio al fine di sviluppare un percorso innovativo di “co-creazione” e “accelerazione” di un progetto nazionale sulle tematiche STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) per far emergere le migliori idee e proposte progettuali espresse dalle stesse studentesse e dai docenti su questo tema. All’incontro erano presenti 34 scuole del territorio nazionale.
Dopo un primo momento di presentazione del progetto da parte del Direttore Generale del MIUR Simona Montesarchio e  delle attività dello STEM Lab, le studentesse e i docenti presenti hanno discusso, si sono confrontati e infine hanno prodotto un progetto su: STEM e didattica innovativa;  STEM e disparità di genere;  utilizzo del digitale quale strumento di orientamento alle scelte formative e al lavoro, nell’ottica di una futura carriera professionale in ambito STEM; strumenti e metodologie di lavoro per azioni di coinvolgimento e mobilitazione delle studentesse in ambito STEM; competenze di imprenditorialità digitale e strategie di marketing in ambito STEM; STEM e competenze per la salvaguardia e difesa del patrimonio culturale; STEM e Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.
Il progetto finale presentato dalle studentesse e dai docenti sarà proposto e sviluppato da 10 scuole selezionate dal MIUR a livello nazionale iniziando proprio dal Liceo “R. Settimo” di  Caltanissetta durante il Local Event PNSD il 26, 27 e 28 aprile con un evento che, animato dal Liceo e con la collaborazione del Comune di Caltanissetta, si terrà in piazza Garibaldi e nei Palazzi della città: Palazzo Moncada, Teatro Margherita, Biblioteca Scarabelli, Ex rifugio antiaereo. 

venerdì 2 dicembre 2016

PNSD






Il mio PNSD nel PTOF e Show & Tell


Nella settimana tra il 25 e il 30  novembre  la scuola in ottemperanza alla progettazione triennale del PTOF attiva Google Classroom quale strumento di condivisione di materiali didattici ed applicazione metodologie  e-learning   e per facilitare l’accesso ai materiali didattici in modalità cloud, rende l’accesso libero al wi-fi per tutti gli alunni e il personale della scuola ,istruendo  gli alunni per un utilizzo corretto della rete di istituto  attenendosi al regolamento adottato dalla scuola .  Pillole di formazione vengono date ai discenti durante l’attività curriculare, con la compresenza del tecnico responsabile della rete di istituto (e del team digitale) che prontamente aiuta gli alunni ad affrontare l’iter di loggatura e navigazione . Vengono illustrate le modalità di fruizione dei “giga “usufruibili dagli alunni e quelle di navigazione sicura e guidata . Si completa il percorso con la  dimostrazione pratica di alcune attività didattiche negli spazi disponibili, anche in riferimento agli spazi alternativi per l’apprendimento, ai laboratori mobili e alle aule “aumentate” dalla tecnologia, in particolare vengono dimostrate alcune attività con il tavolo digitale e la tavoletta grafica. Per la conclusione dell’evento si riunisce il team digitale per rendicontare sulle attività svolte dall’inizio dell’anno e per continuare la programmazione delle attività dell’anno in corso.